Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 

LabTEATRO  

Laboratorio di TEATRO SCIENTIFICO

(responsabile Marina Carpineti: marina.carpineti@unimi.it)

PER STUDENTI E INSEGNANTI

 

Nel 2004 è nata   presso   il   Dipartimento   di   Fisica   dell'Università   degli   Studi   di   Milano l’iniziativa “Lo Spettacolo della Fisica”, che ha al suo attivo sette spettacoli teatrali e una lezione spettacolo e che ha raggiunto oltre 100.000 persone in circa 350 repliche.

Dal 2013 l’attività dello Spettacolo della Fisica è stata inserita all’interno del progetto Europeo TEMI (Teaching Enquiry with Mysteries Incorporated), un progetto con l'obiettivo di contribuire a trasformare la pratica dell’insegnamento della scienza in tutta Europa. Il Dipartimento di Fisica opera con 13 partner per la ricerca di modalità di comunicazione propedeutiche alla Didattica della Fisica che mirino ad aumentare la motivazione degli studenti.

Viene proposta un’attività nata dal teatro scientifico e dalla collaborazione TEMI per aiutare a cogliere il fascino e gli aspetti creativi e divertenti della fisica e per aiutare a superare la classica presentazione manualistica, proponendola come un’esperienza viva e interessante e non solo come materia fatta di calcoli e formule.

Il corso prevede cinque pomeriggi in cui i partecipanti saranno seguiti da fisici dello Spettacolo della Fisica e verranno messi in contatto con esperti di teatro (Attori/registi o produttori teatrali)

 

Nel primo incontro i partecipanti entreranno in contatto con il teatro scientifico e con l’esperienza diretta dello Spettacolo della Fisica. In particolare, verrà affrontato in dettaglio il modo in cui un tema scientifico può essere teatralizzato e per alcuni temi di fisica verrà mostrato come sono stati presentati all’interno di spettacoli teatrali. Verrà utilizzata anche una pubblicazione realizzata a questo scopo nel progetto TEMI a partire dallo spettacolo Light Mystery de Lo Spettacolo della Fisica.

Un incontro sarà dedicato a fornire agli studenti strumenti teatrali iniziando gli studenti al linguaggio teatrale, all’uso del corpo e della voce e in generale alla “grammatica teatrale” con esercizi in cui metteranno alla prova le loro capacità, con un occhio sempre ai temi scientifici.

Il terzo e quarto incontro saranno dedicati alla sperimentazione diretta. I partecipanti verranno divisi in gruppi e dovranno approfondire un tema curricolare di fisica ciascuno. Verrà chiesto a ogni gruppo di destrutturare il tema scientifico e di lavorare per fare emergere vari aspetti con modalità teatrale. Si farà riferimento al manuale elaborato per il progetto TEMI e ciascun gruppo dovrà lavorare sul tema scientifico utilizzando a rotazione varie modalità teatrali: lo storytelling, l’effetto sorpresa, la misconcezione eccetera.

Nell’ultimo incontro gli studenti presenteranno un loro lavoro originale realizzato in gruppo a partire da quanto appreso nel corso.

Potranno rappresentare dal vivo il loro progetto, oppure presentare un breve “videoclip scientifico” realizzato con uno strumento di uso comune come il telefonino, in cui dovrà essere proposta una lettura originale e teatrale, ma rigorosa e non banale del tema scientifico approfondito.

I lavori saranno discussi insieme agli altri partecipanti e saranno valutati.

 

Il laboratorio di “Teatro scientifico” è un laboratorio pomeridiano, extracurricolare, che si svolge nei locali del Dipartimento di Fisica dell’Università degli studi di Milano e pensato per interi gruppi o per studenti interessati e per insegnanti di Fisica.

Il laboratorio, basato sull’esperienza de “Lo spettacolo della fisica” (http://spettacolo.fisica.unimi.it) è articolato in 6 pomeriggi di quattro ore ciascuno, e ha lo scopo di utilizzare la drammatizzazione per avvicinare gli studenti a temi e problemi di fisica.

Torna ad inizio pagina