Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Premio "Marcello Conversi" assegnato al dott. Stefano Manzoni

Manzoni&Conversi

Dopo l’ATLAS Thesis Award un altro importante riconoscimento per il dott. Stefano Manzoni, ex dottorando dell’Università degli Studi di Milano e dell’Universite’ Pierre et Marie Curie di Parigi e associato alla sezione INFN di Milano: Stefano è risultato vincitore del premio Conversi, premio annuale per le migliori tesi di dottorato nell'area di ricerca di fisica particellare, conferito dalla Prima Commissione Scientifica Nazionale dell'INFN. Con questo premio l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare intende ricordare la figura di Marcello Conversi (1917-1988), insigne fisico che insieme a E. Pancini e O. Piccioni svolse negli anni della seconda guerra mondiale un fondamentale esperimento che portò alla scoperta del muone e che segnò di fatto la nascita della Fisica delle Alte Energie.

Nel suo lavoro di tesi, Stefano ha analizzato i dati di collisioni protone-protone raccolti dall’esperimento ATLAS durante i primi due anni del secondo run del Large Hadron Collider. Stefano ha rivestito un ruolo fondamentale nella misura della massa del bosone di Higgs nel canale a due fotoni, nella ricerca di nuova fisica nel canale a due fotoni e momento trasverso mancante, l’ottimizzazione della calibrazione in energia di elettroni e fotoni e la misura del rate di elettroni identificati come fotoni.

Dal settembre 2018 Stefano ha ottenuto una borsa post-doc presso il laboratorio NIKHEF di Amsterdam e ora lavora alla misura del self-coupling del bosone di Higgs attraverso la ricerca di double-Higgs production nel canale WWbb e la re-interpretazione dei risultati di single-Higgs production. Nella foto Stefano Manzoni e Camilla Vittori (Università di Bologna), vincitrice ex-aequo del premio, insieme al presidente INFN Fernando Ferroni alla cerimonia ufficiale di premiazione tenutasi a Roma il 27 maggio 2019.

Per approfondimenti:

06 giugno 2019
Torna ad inizio pagina