Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Pier Francesco Bortignon
(5/08/1948 - 27/08/2018)

Pier Francesco Bortignon ci ha lasciati il 27 agosto 2018. La sua passione per la ricerca e la didattica, il suo rigore e il suo spirito di servizio sono stati un esempio per tutti noi, e sarà difficile immaginare il Dipartimento e la Sezione INFN senza di lui.

Pier Francesco BortignonPier Francesco è nato il 5 agosto a Bassano del Grappa (PD). Si è laureato a Padova e ha trascorso numerosi periodi a Copenhagen, dove si è brillantemente inserito nella tradizione del Niels Bohr Institute (NBI), che ospitava una delle più importanti scuole di fisica nucleare teorica. In quell’ambiente Bortignon ha iniziato a sviluppare una fitta rete di rapporti internazionali, grazie alla sua profonda passione per la discussione scientifica. Dopo essere stato assunto come ricercatore a Padova si è spostato a Milano, prima presso il Dipartimento di Ingegneria Nucleare del Politecnico e poi nel 1991 presso il nostro Dipartimento. Qui è rimasto, prima come professore associato e poi come professore ordinario.

Pier Francesco è stato un uomo di molti interessi e di vasta cultura, non solo nell’ambito scientifico. La sua ricerca è stata prevalentemente rivolta alla fisica del nucleo, considerata nell’ambito più generale della fisica a molti corpi. In particolare Pier Francesco è stato uno dei pionieri della cosiddetta teoria di campo nucleare basata sull’interazione tra gradi di libertà fermionici e bosonici, e ha proposto una visione profonda e originale dei fenomeni collettivi nucleari, di cui era uno dei maggiori esperti mondiali. I suoi studi teorici tenevano in gran conto l’evidenza sperimentale, ed anzi è cruciale sottolineare il suo ruolo di ispiratore per i gruppi sperimentali in svariati ambiti, come per esempio nel caso dello studio delle risonanze giganti a temperatura finita, o degli stati a molti fononi. Al di là dei suoi contributi specifici, Pier Francesco è stato uno dei punti di riferimento imprescindibili per tutta la comunità della fisica nucleare italiana degli ultimi decenni, sia in ambito universitario che per l’INFN.

Pier Francesco Bortignon è stato un docente appassionato per vari corsi di laurea, sempre intento a incitare gli studenti a pensare, a criticare, a discutere, assistendoli con la sua estrema competenza.

Il suo spirito di dedizione lo ha portato a ricoprire molti ruoli istituzionali: vice-direttore di Dipartimento, presidente del collegio didattico ed anche coordinatore del collegio dei presidenti di tutti i dipartimenti italiani, membro della Commissione scientifica e trasferimento tecnologico dell’Ateneo, membro del Consiglio Universitario Nazionale, di comitati di programmazione scientifica di vari laboratori, osservatore per il gruppo IV INFN nella Commissione Scientifica Nazionale di gruppo III, per menzionare solo i ruoli più significativi. Chiunque lo ha affiancato ricorda quanto si sia speso per questi ruoli, anche quando le sue condizioni di salute hanno iniziato a peggiorare.

Fino a che ha potuto, Pier Francesco Bortignon è stato di grande stimolo per tanti; la sua infinita onestà intellettuale rimane con noi anche dopo che Pier Francesco ci ha lasciati.

27 agosto 2018
Torna ad inizio pagina