Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Film atomico

Già certificato da Guinness World record, il film più piccolo al mondo, realizzato spostando atomi con un microscopio a scansione a effetto tunnel, con precisione da Nobel, visto il premio conseguito grazie proprio allo strumento in questione, inventato all'IBM. Oltre all'effetto spettacolare, la strategia è anche quella di trovare nuove strade per l'immagazzinamento dei dati, a un livello che più 'nano' non si può. Cioè a livellio atomico.
Il commento di Alessandro Podesta: 'Impressionante dimostrazione delle straordinarie potenzialità del microscopio a scansione a effetto tunnel (STM), ma niente di nuovo sotto il sole. IBM ha gia' fatto parecchie di queste cose in passato, vedi ad esempio il quantum corral di almeno 15 anni fa (http://researcher.watson.ibm.com/researcher/view_project.php?id=4245).
Nel caso in questione hanno semplicemente organizzato (molti) piu' atomi in (molte) piu' configurazioni, usando un STM ottimizzato ad-hoc con il controllo remoto. In pratica ogni fotogramma e' realizzato spostando gli atomi nella posizione giusta (nano-manipolazione), polarizzando opportunamente la punta nelle loro vicinanze, e trascinandoli in giro. Passando poi in modalità di imaging e "fotografando" cio' che e' stato creato.
Se si vuole fare un parallelo con qualcosa di molto macroscopico, basta  guardarsi i lavori di questo artista di strada:
http://www.youtube.com/watch?v=uuGaqLT-gO4
In questo caso, ogni fotogramma e' disegnato e poi ripreso con la telecamera (+ musica ecc...).
Ovvio che c'e' dietro una tecnologia pazzesca e una fisica interessante . Per non parlare del brivido che  da' sempre il vedere "con gli occhi" la natura ondulatoria degli elettroni...Ma al di la' del risultato quantitativamente impressionante, non c'e' molto di nuovo. Comunque ... chapeau.'
Meno entusiasta è Alberto Vailati: 'Di per sè è interessante e divertente, ma mi sembra un puro esercizio di funanbolismo tecnologico, pensato e creato  per scopi pubblicitari. La rilevanza scientifica è più o meno quella di una ricostruzione del Duomo, fatta con i fiammiferi svedesi. Potrebbe avere rilevanza tecnologica per il salvataggio di dati con grande densità, ma per ora il microscopio che usano pesa due tonnellate, per cui ci vorrà un po' di tempo prima che una memoria di massa basata su questa tecnologia possa essere integrata nei pc e negli smartphone.' 

 

Lanfranco Belloni

Torna ad inizio pagina